Collezioni - Ezio Di Chiaro
Ingrandisci
Modello: G. 257
 
Categoria: Registratori
 
Anno di costruzione: 1962
 
Bollettino Tecnico N°: 82
 
 
DESCRIZIONE: Registratore a nastro.Il commento del registatore G257 merita un discorso a parte essendo stato il più famoso registratore prodotto della Magnetofoni Castelli per la Geloso.Nasce per sostituire il suo predecessore G.256 ormai superato,vengono riviste tutte le funzioni meccaniche ed elettroniche, viene eliminato il comando a levetta per la funzione del "avanti veloce" del nastro ora integrato nella pulsantiera; la linea diventa più snella e moderna ed è il regalo più ambito dei ragazzi degli anni sessanta Permetteva di registrare di tutto: dal festival di Sanremo, allora molto seguito, alle lezioni universitarie con buona qualità. Grazie alla conformazione fisica del supporto bobine,era dotato del sistema ganciomatic che permetteva al nastro di agganciarsi automaticamente. Aveva tutti i numeri a suo favore compreso il prezzo per essere un grande successo.Fu venduto in tutto il mondo ottenendo una accoglienza mai piu ripetuta da un registratore a nastro. Negli anni della sua produzione subì piccole modifiche interne circuitali ma rimase per sempre il Gelosino.
NOTE: L'esemplare in mio possesso è nuovo, inscatolato, mai utilizzato e trovato in un mercatino a Milano nel 1987 a lire 15.000 .I registratori G257 erano quasi esenti da difetti, funzionavano sempre grazie alla perfetta ingegnerizzazione del progetto e ai materiali utilizzati; non è raro trovare nei mercatini apparecchi rimasti fermi per anni in cantine e solai che sprigionano vitalità appena gli viene data tensione; il Gelosino è stato un grande apparecchio dell'industria italiana.

Indietro


Copyright © 2002 - 2022 by Paolo Di Chiaro