La storia - La Geloso

La costruzione dei suoi televisori si basa su telaietti pre-montati e pre-tarati per le varie sezioni (media frequenza, suono, sincronismo, ecc.). I ricevitori televisivi Geloso vengono accolti con il miglior favore dal pubblico, il quale si sente compreso e curato, anche per quanto riguarda il lato estetico che, pur seguendo la naturale evoluzione dei tempi, sia per questi apparecchi come per tutti gli altri prodotti, conserva un giusto equilibrio fra il tradizionale ed il moderno. Particolare attenzione era rivolta da sempre all’ amplificazione e diffusione del suono, ponendo a disposizione dei consumatori apparecchiature di alta qualità a basso prezzo: amplificatori, Ingrandiscialtoparlanti, trombe esponenziali, microfoni, ecc... E' Sua produzione ed il merito della diffusione popolare nel nostro Paese del registratore magnetico. Dapprima a filo (mod. G 239, G 240, G 241 e G 242) e poi a nastro, verrà venduto, sin dai primi tempi, a prezzi accessibili a qualsiasi compratore, attuando così una volta di più il Suo principio -essenzialmente morale- di offrire prodotti di alta qualità a prezzi i più bassi possibile onde non precludere l'acquisto anche ai meno abbienti. L'attività di radioamatore dell'Ing. Geloso ebbe come conseguenza, sul piano industriale e realizzativo, lo studio e la costruzione di ricevitori e trasmettitori per le gamme radiantistiche, oltre a gruppi pilota (VFO) ed altre parti staccate con le quali numerosissimi radioamatori in tutto il mondo hanno realizzato la propria stazione ricevente-trasmittente: la Geloso è, stata nel gergo dei radioamatori identificata nelle conversazioni in Onde Corte, «la nota Casa» per antonomasia! Nell'aprile e nel settembre 1968 il pubblico e i tecnici poterono ammirare, in occasione della Fiera Campionaria e della Mostra della Radio e Televisione di Milano, i ricevitori per televisione a colori il cui studio era stato iniziato da vari anni ed aveva avuto come risultato l'elaborazione di circuiti presentanti alcune soluzioni del tutto originali. Questo nuovo settore di attività aveva richiesti investimenti ed impegno notevoli. Vengono costituite nelle principali città d'Italia, per la distribuzione dei Suoi prodotti, Filiali ed Agenzie in belle ed ampie sedi, dotate ciascuna di tutto quanto occorre per attendere adeguatamente alla clientela: viaggiatori, uffici, depositi ed un servizio di assistenza tecnica fisso e viaggiante attrezzato con tutte le apparecchiature utili allo scopo. Le Filiali nel 1970 erano le seguenti: Torino, Genova, Padova, Bologna, Firenze, Ancona, Pescara, Napoli, Bari, Cosenza e Cagliari. Le Agenzie: Brescia, Mantova, Bolzano, Udine, Trento, Trieste, Roma, Potenza, Catania, Palermo. All'estero sorge una fitta rete di distributori esclusivi che copre ben 60 Nazioni in: Europa, Africa, Asia, Oceania e nelle Americhe. In queste ultime ai fini di una maggiore Ingrandiscipenetrazione commerciale sono state costituite, in America del Nord, la "American Geloso Electronics" e la " Canadian Geloso Electronics "; in America del Sud, imprese locali che portano il nome Geloso in: Argentina, Uruguay, Perù. Così i prodotti Geloso si diffondono nel mondo facendo conoscere il nostro Paese come nazione industriale nei luoghi più remoti. La Geloso è presente anche alle maggiori rassegne industriali ed elettroniche. In Italia: la Fiera Campionaria e la Mostra nazionale della Radio di Milano, il Salone della Tecnica di Torino, la Fiera di Padova, ecc. All'estero: il Salone dei Componenti e dell'Elettroacustica di Parigi, la Fiera Internazionale di Marsiglia, l'Esposizione Radio-TV Elettronica di Helsinki, la Mostra Internazionale di Hannover, le Mostre specializzate di Bruxelles e dell'Aia, le Esposizioni Elettroniche di Vienna, New York, Buenos Aires, Sydney ed altre. Sorgono attorno alla Geloso anche delle piccole e medie industrie che viva e prosperano producendo esclusivamente per il suo fabbisogno. La Geloso era diventata un' impero di otto stabilimenti di produzione con una capillare ed efficiente catena di vendita. La Geloso S.p.a. continuò la produzione fino al 1972 anno in cui chiuse definitivamente. Sembra quasi il momento di volgersi indietro e fare un bilancio di quanto fu realizzato: innumerevoli cose, tutte frutto di serietà professionale e genialità tecnica e scientifica.

tratto da: http://www.fracassi.net/geloso_radio.htm

Copyright © 2002 - 2022 by Paolo Di Chiaro